Associazione Dragoncello

Associazione Dragoncello

Creato da Alice87 il 28/02/2013
L'Associazione Dragoncello è uno dei centri anziani del Comune di Roma. Rappresenta una piccola realtà collocata in un cortile condominiale di case popolari nel cosiddetto "quartiere dormitorio", dove tutti vanno via la mattina e tornano la sera. Questo luogo racchiude al suo interno un bene prezioso: le storie di vita di tutte le persone che da anni lo frequentano. Un semplice ma significativo ritrovo per assidui frequentatori che ogni giorno, attraverso giochi, balli, attività fisica e semplici passatempi, condividono parte del loro mondo e si confrontano con punti di vista "altri". Si conoscono tutti, come una grande famiglia, e come ogni famiglia che si rispetti, accoglie al suo interno pregi, difetti, gioie e dolori di tutti i componenti che ne fanno parte, rendendo ognuno insostituibile.
La partecipazione al progetto Memoro nasce per molteplici motivi: la curiosità verso qualcosa di nuovo, la sorpresa di vedersi (e rivedersi) nella rete, la voglia di regalare al mondo qualche ricordo di vita vissuta che altrimenti andrebbe perso e la consapevolezza di quanto tutto questo sia importante per la condivisione "delle memorie" contro il rischio dell'oblio. La titubanza e l'imbarazzo iniziali hanno lasciato pian piano il posto alla voglia di mettersi in gioco. Si tratta di un lavoro tutt'ora in progress, che mi auguro sarà arricchito progressivamente anche dalle testimonianze dei più "reticenti".

3.1 min
Maria, iscritta al centro anziani di Dragoncello, ci racconta uno spaccato del suo passato da infermiera e dei servizi presenti nel quartiere di Dragoncello.
visualizzato 3736 volte
4.7 min
Augusto, iscritto al centro anziani di Dragoncello, ci racconta la timidezza e le difficoltà vissute nell'infanzia e durante i primi amori, in un tempo in cui il matrimonio era ancora un vincolo.
visualizzato 4434 volte
3.1 min
Anna, iscritta al centro anziani di Dragoncello, ci racconta le sue esperienze scolastiche e quanto queste fossero importanti per lei in quanto la tenevano lontana dai problemi familiari. Ci racconta poi la conoscenza di quello che sarebbe diventato poi il suo attuale marito.
visualizzato 4175 volte
7.8 min
Carlo, iscritto al centro anziani di Dragoncello, ci racconta la sua infanzia nella borgata di Tor Marancia, a Roma.
visualizzato 4618 volte
4.8 min
Carlo, iscritto al centro anziani di Dragoncello, ci racconta un breve ma emozionante spaccato della vita con sua moglie, che gli diede la forza di ricominciare a vivere conoscendo e corteggiando Anna, la sua attuale compagna
visualizzato 4166 volte
3.7 min
Carlo Di Pizio, iscirtto al centro anziani di Dragoncello, ci racconta la sua esperienza vissuta nel centro, le amicizie nate e come, attraverso la relazione quotidiana, emerge il rispetto nei confronti dell'altro.
visualizzato 4221 volte
10.9 min
Roberto ci racconta la "breve" vita della redazione di Paese Sera, e la sua amicizia con il vignettista Forattini, a cui fece l'immenso favore di restituire le sue opere
visualizzato 5265 volte
8.0 min
Roberto ci racconta la sua ricca ed emozionante esperienza nella redazione di Paese Sera, con illustri personaggi, i problemi economici e le questioni di partito
visualizzato 14481 volte
8.4 min
Roberto ci racconta i divertimenti e i passatempi vissuti nello storico quartiere San Lorenzo di Roma, e le "carovane" di amici e parenti pronti per passare una giornata sul litorale Romano di Ostia
visualizzato 5016 volte
4.0 min
Augusto, iscritto al centro anziani di Dragoncello, ci racconta l'esperienza del nonno, minacciato con una pistola alla tempia da un tedesco, per un coscio di prosciutto e una bicicletta. Ci riporta poi esperienze vissute in prima persona durante la guerra: il cibo "americano" e la distruzione del ponte che collegava le due parti del paese in cui viveva.
visualizzato 4293 volte
4.2 min
Augusto, iscritto al centro anziani di Dragoncello, ci racconta del suo lavoro alla Sip e dell'insolita quotidianità di avere a che fare con alcuni personaggi famosi, come Verdone e Benigni, che andavano da lui per chiedere assistenza per la linea telefonica
visualizzato 4013 volte
3.1 min
Anna, iscritta al centro anziani di Dragoncello, ci racconta come la sua voglia di studiare sia stata “frenata” dalla cultura del tempo di far studiare il figlio maschio piuttosto che la figlia femmina; inoltre ci racconta come le differenze di genere si perpetrassero anche dentro le mura domestiche.
visualizzato 4056 volte
12