Migrazioni

Migrazioni

Creato da Storiandoli il 16/03/2016
Il chierese è stata terra di emigrazione ed immigrazione. Abbiamo raccolto alcune esperienze perché non vengano dimenticate in questo periodo storico in cui le problematiche dei migranti suscitano reazioni contrastanti, a volte violente.

2.2 min
Nato da genitori lucani, Gino trascorre la fanciullezza a Buenos Aires. Tra i suoi ricordi: il calcio e l’incontro con famosi cantanti lirici italiani. Intervista di Antonio Gioseffi. Riprese: Alberto Zanchettin. Montaggio: Ferruccio Ferrua
visualizzato 3595 volte
2.3 min
Di origini lucane, Gino si trasferisce giovanissimo a Chieri dopo aver trascorso la fanciullezza a Buenos Ajres. Nella cittadina piemontese, poco aperta all’accoglienza dei meridionali, si inserisce senza difficoltà. Intervista di Antonio Gioseffi. Riprese: Alberto Zanchettin. Montaggio: Ferruccio Ferrua.
visualizzato 4056 volte
5.6 min
La famiglia si trasferisce in cerca di fortuna da Treviso a Madonna della Scala, frazione di Chieri. Intervista di Ferruccio Ferrua. Tecnico di ripresa: Silvia Tirtei. Montaggio di Alberto Zanchettin
visualizzato 3607 volte
2.9 min
Nel 1965 Maria Tonina si trasferisce a Chieri (Torino) da San Basile (Cosenza). L’inserimento nella nuova realtà è lento e difficile. Intervista di Antonio Gioseffi Riprese: Ferruccio Ferrua Montaggio: Alberto Zanchettin
visualizzato 3159 volte
10.0 min
Ilario parte da Chieri nel 1947. In Cile lavorerà fino al 1961 nella fabbrica tessile fondata dallo zio paterno Lorenzo. Il suo racconto, in dialetto piemontese, è sottotitolato in italiano. Intervista di Valerio Maggio Riprese e montaggio: Ferruccio Ferrua
visualizzato 3215 volte
4.8 min
Arrivata ad Arignano dal Veneto, la famiglia di Virginio trova accoglienza presso una famiglia del luogo e, successivamente, nella cascina del parroco. Intervista di Giovanna Gentilini. Riprese di Davide Gigliotti. Montaggio di Alberto Zanchettin
visualizzato 2525 volte
4.9 min
Preparativi per la partenza, arrivo nella fazenda a PiraJui vicino a Barau (San Paolo) a fine agosto 1953. La vita e il lavoro in fazenda: coltivazione del caffè, del granoturco. La malattia agli occhi e il rientro a Fasana (Adria) nell’aprile del ’54. Intervista, riprese e montaggio: Mario Collazuol
visualizzato 2597 volte