GUERINO DALOLA

 
GUERINO DALOLA

nato nel 1940
GUSSAGO

2 Racconti

13.5 min
E' il 27 aprile 1945, la guerra è ufficialmente finita ma le violenze fasciste non si placano. A Saiano un reparto di SS italiane comandate dal nazista Thaller fucila appena prima di darsi alla fuga 10 patrioti che erano insorti dopo la liberazione della Cittàdi Brescia. Un eccidio evitabile e che ferì crudelmente tutta la comunità di Rodengo Saiano. La fuga della colonna di SS non durò a lungo: nei paraggi di Adro fù bloccata e il suo comandante venne fucilato e impiccato proprio nella piazza del paese di Saiano.
visualizzato 1179 volte
24.3 min
Nell'autunno 1944, sui monti fra Gussago e la Valtrompia, era giunto un distaccamento della 122° Brigata Garibaldi. I partigiani credevano in una possibile insurrezione generale nelle città prima dell'arrivo dell'inverno. Negli stessi luoghi imperversava anche la banda Sorlini, fascista della prima ora particolarmente fanatico, sanguinario e protetto dall'allora questore di Brescia Candrilli e dagli occupanti nazisti. L'incontro fortuito fra i due gruppi a Sella dell'Oca generò 3 caduti nelle file partigiane: Sandro Moretti, caduto in battaglia, Mario Bernardelli di Chiari e Giuseppe Zatti di Iseo, fucilati il giorno dopo. Guerino Dalola è un profondo conoscitore della lotta di liberazione dal fascismo a Brescia e provincia e racconta i fatti da ricercatore e da testimone diretto del clima di quegli anni.
visualizzato 523 volte